Storia

La sezione di Bolzano dell’A.I.A.S. nasce il 3 dicembre 1966, grazie all’azione di alcuni genitori con figli affetti da disabilità, ed in particolare del Professor Mauro e della Signora Calenzani, che non avendo trovato alcun tipo di assistenza né medica né riabilitativa sul territorio, si sono attivati per costruire una rete assistenziale per le persone con disabilità.

Grazie all’insistenza di questi genitori, che reclamavano un luogo dove poter consentire ai loro figli di usufruire della fisioterapia, il comune di Bolzano mise a disposizione una stanza in via Vittorio Veneto, che però non soddisfaceva le esigenze di questi ragazzi. Per iniziare un’attività concreta di assistenza sanitaria e sociale questi genitori decisero di appoggiarsi all’A.I.A.S. NAZIONALE di Roma, che diede, grazie alla sua esperienza nel settore, un grande aiuto alle famiglie.

L’A.I.A.S. sezione di Bolzano, iniziò così la sua attività di riabilitazione e sostegno alle famiglie con al loro interno situazioni di disabilità. Nel 1978, l’Associazione si trasferì, con tutto il comparto riabilitativo, nel centro di VIA FAGO, costruito dalla Provincia su progetto ed insistenza dei genitori. Il centro riabilitativo di via Fago, divenne negli anni il centro nevralgico per lo sviluppo e l’applicazione di nuove terapie mediche, ma anche il punto di riferimento per le famiglie con problemi di disabilità. Si costituì, per volere di alcuni genitori, la Biblioteca “Handicap”, con funzione di centro di documentazione riguardante le tematiche della diversità ad ampio raggio.

Con l’avvento della legge nr. 20 che stabiliva il passaggio graduale delle competenze sanitarie e sociali alla Provincia, l’A.I.A.S. iniziò ad occuparsi principalmente di attività del tempo libero, promozione e sensibilizzazione della diversità.

Grazie alle attività dell’Associazione è stato possibile creare il compartimento sociale e sanitario che noi tutti oggi conosciamo, senza la volontà e l’insistenza di quel gruppo di genitori, probabilmente le cose sarebbe andate diversamente. Se oggi le persone con disabilità hanno accesso e diritto a determinati servizi è in gran parte merito del lavoro svolto con costanza da tutta l’Associazione.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi